Trombosi venosa profonda (DVT)

Probabilmente si è sentito parlare della Trombosi Venosa Profonda che può colpire le persone che viaggiano in aereo. La DVT si presenta quando una cattiva circolazione del flusso sanguigno causa la formazione di coaguli. Il motivo scatenante non è tuttavia il viaggio aereo, bensì la posizione seduta forzata per lunghi periodi. Sia che si viaggi in auto, aereo o treno, l'essere umano non è fatto per stare in posizione seduta per più di alcune ore. 

Alcune persone sono più soggette di altre alla DVT a causa di alcuni fattori, quali problemi di circolazione, obesità e operazioni chirurgiche recenti. Raccomandiamo a chiunque soffra di disturbi dovuti a problemi di coagulazione, abbia dei precedenti in famiglia di DVT, abbia avuto un ictus, si sia sottoposto a recenti operazioni chirurgiche o sia di salute cagionevole di consultare il proprio medico per eventuali avvertimenti prima di viaggiare. Il medico sarà in grado di fornire consigli precisi al riguardo. Le donne incinte o che abbiano avuto un bambino da poco dovrebbero chiedere consiglio alla propria équipe preparto o all'assistente sanitario a domicilio.

Esiste una serie di cose che i viaggiatori possono fare per ridurre il rischio di DVT durante il volo:

  • Raccomandiamo di bere acqua in abbondanza durante tutto il viaggio ed evitare quantità eccessive di alcool, tè e caffè
  • Quando possibile, alzarsi e distendere le gambe. Ruotare le caviglie e muovere le dita dei piedi mentre si è seduti
  • Evitare di incrociare gambe o caviglie
  • Indossare abiti e scarpe comodi e non troppo aderenti. Usare un cuscino per il collo e visiere. Indossare calzini caldi per stimolare il rilassamento
  • Se è previsto uno scalo durante il volo, camminare un po' (se possibile)
  • Leggere le riviste offerte durante il volo, dal momento che possono offrire informazioni e descrivere alcuni semplici esercizi da eseguire mentre si sta seduti
  • Alcuni medici raccomandano di prendere un basso dosaggio di aspirina prima del volo per fluidificare il sangue - consultare il proprio medico al riguardo.

Consultare il medico il prima possibile se, dopo il viaggio, ci si sente poco bene, o presentano gonfiori, dolore alle gambe o difficoltà respiratorie.

Torna alla pagina precedente